Venerdì 20 ottobre torna il CINE&PIZZA con CHE VUOI CHE SIA di Edoardo Leo


CINE&PIZZA 2017 

VENERDÌ 20 OTTOBRE, ORE 20,00

CHE VUOI CHE SIA

Una parabola che parla semplice e raggiunge chiunque si trovi alle prese con le scelte morali che il “progresso” ci sottopone

POSTI DISPONIBILI: 24

Claudio e Anna sono una coppia di tardotrentenni condannati alla precarietà: lei supplente di matematica col miraggio dell’assunzione in ruolo, lui ingegnere informatico ridotto a bonificare computer infestati da virus. Per finanziare un progetto innovativo Claudio crea un account di crowdfunding, ma gli utenti contribuiscono alla raccolta fondi in modo del tutto insufficiente. Una sera, dopo una serie di piccole umiliazioni, Claudio e Anna si ubriacano e registrano in video una promessa: se riusciranno a raggiungere l’obiettivo del crowdfunding filmeranno una notte di sesso coniugale e la renderanno visibile a coloro che hanno dato il loro contributo. Claudio, ancora in preda ai fumi dell’alcool, posta il video e le offerte cominciano a fioccare. A nulla varranno i tentativi della coppia di cancellare l’account, e i due dovranno confrontarsi con le reazioni del mondo alla loro iniziativa: non solo quelle virtuali del popolo della rete, ma anche quelle, molto reali, di amici, colleghi, parenti e vicini di casa.

Edoardo Leo aggiunge un’altra stazione al suo percorso registico di racconto dell’Italia contemporanea, iniziato con 18 anni dopo e proseguito con Buongiorno papà e Noi e la Giulia. E lo fa con gli strumenti comunicativi che sono diventati la sua cifra autoriale: accessibilità di linguaggio, cura artigianale, consapevolezza di un portato etico che riguarda il modo in cui, come individui e come Paese, ci rapportiamo con le derive ingloriose della modernità.
Con Che vuoi che sia Leo costruisce una parabola che parla semplice e raggiunge chiunque si trovi alle prese sia con le distorsioni ingenerate dalle alte tecnologie, che con le scelte morali che il “progresso” ci sottopone. Perché la domanda “Qual è il tuo prezzo?” ci riguarda da sempre, ma ancora di più oggi che l’obiettivo non è più il benessere ma la mera sopravvivenza.

Al centro della storia c’è innanzitutto il diritto al lavoro, perché ciò che Claudio e Anna cercano non è il guadagno facile ma il suo esatto contrario: un adeguato riscontro alla propria fatica e preparazione.

Segue a ruota, in stretto rapporto causa-effetto, il diritto a farsi una famiglia, che non è un problema di fertilità ma di possibilità economica (sarà il più scombinato dei personaggi del film, appartenente ad un’altra generazione, a ricordare a Claudio e Anna che “ogni figlio porta il suo pane”).

Il nucleo della storia è però una parola che appare solo a due terzi del film: dignità. Perché di questo si parla: in quanti modi la nostra dignità di esseri umani è messa in gioco da una società che stritola gli individui e da un universo social che mette in mostra (e alla berlina) le nostre vanità con inedita spietatezza e inarrestabile pervasività

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA, MAX 40 POSTI: via MODULO ONLINE o telefono: 392 8349631 (sms, Whatsapp)

Contributo per cibo e bevande richiesto (minimo 10,00€) con raccolta di autofinanziamento per le attività della onlus.

Riservato ai soci. Chi non è socio potrà associarsi in loco: Tessera 2017 per associarsi 15,00€.

Preghiamo tutti di essere puntuali e di presentarsi entro le 20.00, per non fare tardi ed iniziare puntuali. Grazie.

Come sempre vi ricordo che i fondi raccolti, tolte le spese, serviranno a finanziare le attività della nostra onlus ed essendo donazioni liberali, possono essere detraibili.

Previous Domenica 1 ottobre la sede si trasforma in Fraschetta per celebrare la Sagra dell'Uva e Leone Ciprelli
This is the most recent story.

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *