Domani si parlerà del Dopo di Noi con ELENA IMPROTA

Domani si parlerà del Dopo di Noi con ELENA IMPROTA

15 Febbraio 2019 Off Di puntoacapo

Hits: 112

Marino: domani si parlerà della

Legge Dopo di Noi

a Punto a Capo Onlus con

ELENA IMPROTA

SABATO 16 FEBBRAIO 2019 ORE 17.30

Punto a Capo Onlus per il Sociale ospita la Presidente dell’Associazione Oltre Lo Sguardo e figlia del Prefetto Umberto Improta, oggi in prima linea nelle attività a favore di persone con disabilità per parlare della Legge Dopo di Noi e presentare il suo libro ‘Ordinaria Diversità’

Tornano gli appuntamenti per il Sociale organizzati da Punto a Capo Onlus. Domani, sabato 16 febbraio 2019 alle 17.30 presso la sede di Punto a Capo Onlus, La Casa dei Sogni, Corso Trieste, 45 a Marino, si terrà un incontro ad ingresso gratuito con ELENA IMPROTA, figlia del noto Prefetto, ma soprattutto personalità da sempre in prima linea nella lotta alla disabilità.

Elena Improta è Presidente di un’Associazione, Oltre Lo Sguardo Onlus, da anni impegnata sul territorio di Roma per sviluppare modelli di intervento integrati a favore delle famiglie fragili presenti sul territorio.

In particolar modo, l’associazione promuove modelli innovativi di assistenza per percorsi protetti di semiresidenzialità e residenzialità per il cosiddetto “durante noi” e “dopo di noi”.

Punto a Capo Onlus annuncerà, durante l’evento, il gemellaggiocon l’Associazione Oltre Lo Sguardo Onlus.

Elena ci spiegherà cosa prevede la Legge Dopo di Noi, DDL “Disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno famigliare”, approvata il 16 giugno del 2016.

Il testo contiene delle disposizioni per affrontare il futuro delle persone con disabilità gravi dopo la morte di parenti che possono prendersi cura di loro.

genitori di persone con disabilità hanno da sempre guardato con preoccupazione al periodo che segue la loro dipartitae si sono chieste: cosa sarà del nostro congiunto disabile dopo di noi, ovvero quando non ci saremo più ad assisterlo? Chi se ne prenderà cura in modo adeguato? 

Si tratta di una domanda angosciante, che da tempo le famiglie italiane hanno sottoposto alla politica, chiedendo a più parti di intervenire in modo da creare degli strumenti in grado di assicurare un futuro sereno a tutte quelle persone che, con disabilità, non potranno più,  ad un certo punto della loro vita, contare su un supporto famigliare. 

La Legge Dopo di Noi ha risposto a questa esigenza, ma in molti ancori non la conoscono.

Questo incontro ha lo scopo di informare non solo le famiglie con disabili, ma tutti i cittadini, perché tutti noi conosciamo qualcuno che ha un disabile in casa e ha bisogno di aiuto, sostegno, consigli, conforto e rassicurazioni per il futuro oltre che per il presente.

Elena Improta conosce bene questa situazione, perché mamma di Mario, un ragazzo di 30 anni colpito da una gravissima disabilità. Da questa esperienza, dura, ma sempre vissuta con positività e speranza, è scaturito il libro ‘Ordinaria Diversità’, una biografia che ripercorre la sua vita da figlia di un padre ingombrante, uomo di Stato, fino all’impegno politico e sociale.

Dal matrimonio alla nascita di Mario e all’abbandono del marito, seguito da una lenta ripresa.Elena Improta ha deciso di aprirsi agli altri, perché le quattro mura di casa non riescono più a contenere il desiderio di far sapere cosa ha vissuto, pensato, sperato accanto a un bimbo, ora 26enne, che ha compiuto passi da gigante nonostante i gravi problemi di disabilità. Una storia d’amore e di riflessione, alla ricerca del peccato originale – semmai ce ne fosse stato uno – con il desiderio di far capire a tante famiglie che gli ostacoli si possono superare. E che non è impossibile tornare a sorridere.

All’evento, il cui ingresso è gratuito, sono invitate l’Amministrazione Comunale, le associazioni del Terzo Settore e i cittadini tutti, perché l’informazione è fondamentale, in specie nel sociale.

La partecipazione all’evento è gratuita ed è aperta a tutti.