A maggio 200.000 lettori hanno seguito le nostre testate. Grazie!

A maggio 200.000 lettori hanno seguito le nostre testate. Grazie!

1 Giugno 2010 0 Di puntoacapo

Hits: 19

Dati di aprile e maggio

A maggio 200.000 lettori hanno seguito le nostre testate. Grazie!

E’ con non poca soddisfazione che stamattina abbiamo controllato i dati delle nostre due testate: PUNTO A CAPO ONLINE e PUNTO A CAPO SPORT per maggio 2010.

NUMERI CHE PARLANO DA SOLI!

PUNTO A CAPO ONLINE

Visite uniche maggio 2010: 175.486

Contatti: 4.131.949

Pagine: 1.504.112

PUNTO A CAPO SPORT

Visite uniche maggio 2010: 30.000

Contatti: 1.200.000

Pagine: 600.000

Questo significa che più di 200.000 lettori ci hanno seguito questo mese.

E’ emozionante.

Che vuol dire in soldoni? Che, secondo i dati ADS 2010 (Accertamento Diffusione Stampa), siamo letti mensilmente quanto Il Giornale o Il Messaggero.

Non male, eh?

Ora abbiamo avuto anche il riconoscimento del ROC e siamo anche Casa Editrice.

Stiamo per entrare nel circuito Google News con entrambe le testate.

Punto a Capo continua la sua strada, fatta di gente che ci crede, di volontari che lavorano tutti i giorni a queste testate perché credono nella libertà di espressione, nel giornalismo condiviso.

Voi ci premiate, ogni mese di più, con la vostra fedeltà. Grazie ancora.

Non abbiamo padroni e non siamo servi di nessuno. Chi, all’inizio ci diceva che eravamo dei ‘fessi’, probabilmente dovrà ricredersi. La gente è stufa di sentire sempre e solo una campana. La gente vuole farsi un’idea liberamente leggendo tutto. E il risultato di un gruppo di volontari senza mezzi, senza soldi, senza ‘appoggi’, ma con tanta passione, dimostra che la gente apprezza.

Ora cerchiamo inserzionisti pubblicitari o un’agenzia di pubblicità che ci rappresenti. Se ne conoscete qualcuna, segnalatecela, se siete interessati ad investire in pubblicità con budget bassi (siamo una onlus, quindi non agiamo a scopo di lucro), ma incredibile visibilità a livello locale, contattateci. E’ anche questo un modo per farci rimanere liberi!

Francesca Marrucci

a nome di tutta la redazione