TUTTO ESAURITO! Torna il Teatro sabato e domenica, con una commedia di teatresque al femminile!

TUTTO ESAURITO! Torna il Teatro sabato e domenica, con una commedia di teatresque al femminile!

21 Gennaio 2014 0 Di puntoacapo

Hits: 10

943068_462529310489312_919865362_nTUTTO ESAURITO SABATO E DOMENICA!

NON CI SI ANNOIA ASPETTANDO

Uno spettacolo ibrido tra teatro e burlesche che parla di donne e strizza l’occhio agli uomini….

Torna il teatro a Punto a Capo Onlus. Ancora due serate di puro divertimento, stavolta con Alice Antimi e Serena Silviotti, due bravissime attrici, oltre che bellissime ragazze. E di ragazze si parla, perché Alice e Serena hanno creato un testo a metà tra la prosa ed il burlesque – da qui il termine ‘teatresque’ – prendendo spunto da un classico del teatro dell’assurdo: ‘Aspettando Godot’.

La trama originaria era semplice: due individui, probabilmente barboni, occupano il palco in un posto non ben specificato, parlando del più e del meno, in attesa di questo ‘Godot’, che non si sa chi sia – forse Dio? – che però non arriverà mai.

425342_473039342771642_745848978_nAlla trama ipnotica di Beckett, Alice e Serena, sostituiscono il mondo brillante delle donne di oggi, in un turbinio di chiacchiere, sogni, canzoni, performances che coinvolgeranno anche il pubblico, in attesa del ‘principe azzurro’, che chissà se arriverà mai…ma intanto, NON CI SI ANNOIA ASPETTANDO, come dice il titolo!

Lo spettacolo anche stavolta sarà proposto in due orari e giorni, per permettere a tutti di partecipare. Il primo ci sarà sabato 25 gennaio alle ore 20.00, il secondo domenica 26 gennaio alle ore 18.00.

I posti a disposizione sono solo 30 a spettacolo, quindi vi preghiamo di prenotarvi con il solito MODULO o via telefono: 392 8349631.

Contributo: 7,50€ soci Punto a Capo Onlus; 5,00€ bambini al di sotto dei 12 anni; 10,00€ non soci.

Ecco come le ragazze descrivono la loro commedia:

542638_444038562338387_327075997_nIl nostro è un tentativo sperimentale di messa in scena. Un genere ibrido fra teatro e burlesque, per riscoprire le origini del burlesque, rivalutando quei tratti comici e parodistici che, col tempo, hanno lasciato il posto sempre di più all’aspetto sexy del genere; senza rinunciare però al lato più leggero, attraverso siparietti, strip, riferimenti allusivi e doppi sensi a sfondo erotico.
Una comicità sensuale mirata a suscitare empatia più che eccitazione. Una comicità femminile che riprende dall’opera di Beckett le caratteristiche peculiari del genere del teatro dell’assurdo, e quindi il rifiuto di seguire una logica consequenziale fra dialoghi e azioni e l’apparente non senso razionale dei discorsi.
Ne ribalta però sostanzialmente il tema principale: mutando la drammaticità della crisi esistenziale dell’identità umana beckettiana, in una divertente attesa, che ci fa scoprire come la noia, la ripetività e la routine, possano rappresentare uno spunto per un gioco sensuale e spensierato fra le due attrici e tra esse e il pubblico.
Questa trasposizione al femminile dei personaggi di Aspettando Godot è la scommessa principale fatta dalle due attrici-registe Alice Antimi e Serena Silviotti, le quali, pur conservando i nomi dei personaggi principali, Didì e Gogò, e buona parte dei dialoghi originari dell’opera di Beckett, trovano nel cambiamento di alcuni temi lo spunto per una comicità piacevole e leggera.

941614_462529443822632_1733419987_nLe foglie che cadono dall’albero che stanno a simboleggiare il passare del tempo a dispetto dell’apparente immobilismo dell’azione scenica nell’opera di partenza, diventano i vestiti e le scarpe che le protagoniste si tolgono e si scambiano in Non ci si annoia aspettando.
Gli altri personaggi dell’opera originale sono eliminati proprio per dare risalto all’interazione comica e alla complicità femminile, espressione di una sensualità ironica ottenuta attraverso le parti più propriamente “burlesque”.
Proprio la voglia, la necessità di fare uno spettacolo teatrale divertente intessuto di comicità al femminile, sono state il trampolino per rappresentare questa commedia leggera, adatta a tutti e che vi terrà compagnia per un’oretta in un attesa che non vi annoierà!

COME SEMPRE PARTE DELL’INCASSO ANDRA’ A FINANZIARE LE ATTIVITA’ DELLA NOSTRA ONLUS.

DOVE: VIA ANTONIO FRATTI, 19A – PIAZZA MATTEOTTI – MARINO (RM)

LOCANDINA:

ASPETTANDO NON CI SI ANNOIA